I docenti hanno rieletto il reggiano in carica dal 2017 

Reggio Emilia, 20 ottobre - Le elezioni indette nella prima settimana di ottobre, a cui sono stati chiamati a votare i docenti di ruolo dell’Istituto Peri-Merulo, hanno riconfermato nel ruolo di Direttore il Maestro Marco Fiorini. In carica dal 2017, Fiorini ha ottenuto la riconferma con l’85% dei voti, corrispondente a 24 preferenze: “Credo che i docenti abbiano tenuto conto di ciò che è stato fatto in questi anni – il commento del Direttore Fiorini -. Sono stati realizzati la maggioranza degli obiettivi che erano contenuti nel programma del 2017 e non solo: l’Istituto ha conseguito ulteriori importanti risultati soprattutto riferibili al rafforzamento del ruolo della nostra Istituzione sul territorio reggiano”.

Risultati che si possono “toccare con mano”: nel 2017, anno del primo insediamento, il numero totale degli iscritti nelle due sedi era di 545, nell’a.a. 2019-2020 gli iscritti sono stati 618 suddivisi nei diversi comparti: FREP base, FREP avanzato, propedeutico AFAM, Triennio e Biennio. Nonostante la grave situazione sanitaria facesse temere un calo piuttosto marcato delle iscrizioni per il 2020, ad oggi i numeri sono in linea con il totale degli iscritti dello scorso anno con un aumento nei comparti del propedeutico AFAM, Triennio e Biennio.

Le linee del programma elettorale per il triennio 2020-2023 sono nel segno della continuità e del consolidamento rispetto alle politiche attuate e ai risultati ottenuti durante il primo mandato, nonché del loro ulteriore sviluppo senza tralasciare, naturalmente, la volontà di definire nuovi obiettivi e i percorsi progettuali a essi funzionali. Tra questi il continuo rafforzamento del ruolo di riferimento della nostra Istituzione nella vita musicale della provincia e del territorio in cui opera, l’impegno in iniziative di ampio respiro a carattere nazionale che possano segnalare all’interno del sistema AFAM e allo stesso Ministero le potenzialità della nostra Istituzione e - nel contesto Regionale – la capacità di progettazione dell’Istituto e l’originalità e lo spessore artistico culturale delle proposte.

In una visione internazionale dell’Istituto non può mancare la massima apertura verso l’esterno per continuare a tessere relazioni con tutti i generi di soggetti e attori nel settore musicale e culturale con i quali si possano condividere valori e progetti di alto profilo, secondo una logica di messa in rete delle risorse, delle competenze, delle infrastrutture oggi imprescindibile, onde garantire benefiche ricadute sulla vita dell’Istituzione e l’ottimizzazione del suo potenziale propositivo e realizzativo.

“Un aspetto che ritengo molto importante – continua Fiorini - e che credo lo sarà sempre di più in futuro riguarda il tema dell’identità della nostra realtà scolastica, che dovrà sapersi caratterizzare in modo forte dal punto di vista della qualità formativa negli scenari in rapido mutamento che ci coinvolgeranno. A questo proposito sono fortemente convinto che l’Istituto debba mantenere fermo il baricentro della propria attività didattica sulla formazione classica”.

Il Curriculum del Direttore M° Marco Fiorini

Dal 1988 al 1991 svolge attività strumentale collaborando in qualità di trombonista con vari teatri: Regio (PR), Valli (RE), Verdi (PI), Donizetti (BG) ed altri; dal 1988 al 1991 ha svolto attività concertistica con il gruppo strumentale “Accademia Ottoni” con il quale si è classificato 1° al 2° Concorso Nazionale per strumenti a fiato “Città di Genova”.

Dal 1992 al 2007 è direttore stabile della “Compagnia di Operette Corrado Abbati”; nel 1994-1995 e dal 1999 al 2003 ha collaborato come direttore d'orchestra con l'Ente Lirico di Cagliari; nel 2006 ha collaborato con l'Orchestra Filarmonica di Stato Bacau (Romania) e nel 2011 con il Teatro Manoel (Malta), dirigendo la Malta Philharmonic Orchestra.

Nel 2020  ha diretto il “Pipistrello” di J. Strauss all’interno delle stagioni liriche del Teatro Regio di Parma, Teatro Ponchielli di Cremona e del Teatro Nuovo Giovanni da Udine, Udine.

Dal 1991 è stato docente di Tromba e Trombone e di Musica di Insieme Fiati presso l'Istituto Musicale Pareggiato ai Conservatori di Stato “C. Merulo” di Castelnovo ne' Monti, in cui ha svolto anche l'incarico di Direttore dal 2001 al 2006.

Dal 2007 è docente  di tromba e trombone presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia.

La Regione Emilia-Romagna ha recentemente riconosciuto con un finanziamento il valore educativo della didattica musicale dell'Istituto Peri-Merulo. 

Il progetto Sincronie è attivo dall’A.S. 2017/18 e coinvolge complessivamente circa 100 bambini delle Scuola Primarie dell’ I.C. Leonardo da Vinci  di Reggio e dell’I.C. Bismantova di Castelnuovo ne’ Monti. Anche per l’A.S. 2020-2021 la regione ha approvato il progetto con un finanziamento di 32.900 euro.

Il progetto è stato approvato dalla Regione Emilia Romagna nel 2017 nell’ambito del Bando per le attività di educazione e pratica di musica d’insieme con la finalità di promuovere l’esperienza collettiva per favorire la motivazione degli allievi, aumentare la socializzazione, favorire l’integrazione di ragazzi con disabilità  o in condizione di svantaggio sociale.

Sincronie si sviluppa modularmente in un percorso basato su una didattica inclusiva con laboratori di propedeutica, laboratori strumentali e di musica d’insieme. L’intento è di proporre alle/ai bambine/i un’esperienza musicale che accanto agli obiettivi specificamente musicali valorizzi fortemente gli aspetti formativi generali riguardanti i processi di condivisione culturale e lo sviluppo delle potenzialità espressive, comunicative e creative.

Nello specifico il progetto intende altresì verificare la possibilità di un approccio precoce, ma ludico, alla pratica musicale d’insieme a partire dall’uso di strumenti ad arco (violino, violoncello e minicontrabbasso) e a fiato (flauto, clarinetto, oboe, fagotto, tromba e corno).

I laboratori sono tenuti da un’apposita équipe didattico-pedagogica musicale costituita in seno all’Istituto, facente capo al Dipartimento per la formazione musicale di base e si svolgono nelle due sedi all’Istituto Superiore di Studi Musicali "A. Peri-C. Merulo" (Reggio Emilia e Castelnovo ne' Monti) e presso le sedi scolastiche.

      

È disponibile sul canale youtube dell'Istituto Peri-Merulo il cortometraggio "Corpi Sonanti - In piccoli spazi" creato dall'Orchestra Florestano con il progetto, regia e montaggio di Arturo Cannistrà e Gabrielangela Spaggiari.

Durante l’isolamento imposto dall’emergenza Covid-19, abbiamo vissuto un periodo immersi in una nuova realtà acustica, in un tempo dilatato, in uno spazio recluso. Occasione unica per esplorare e vivere nuove esperienze espressive interagendo con la musica, con il corpo, con lo spazio fisico ed acustico. Questa è l’esperienza di nove ragazzi dell’orchestra “Florestano” che hanno sperimentato due percorsi diversi durante il periodo di marzoaprile 2020: la musica e l’ascolto del corpo. Gli incontri si sono svolti in remoto e tutti i video sono stati girati dai ragazzi.

Il corto ha recentemente ricevuto una menzione speciale da parte della Monte università di Parma al termine del Parma International Music Film Festival 2020.

Clicca sull'immagine per vedere il video:

Vai all'inizio della pagina